Riflessioni - preghiere

Stampa

Questa preghiera, scritta da un amico che vive dalla nascita l’esperienza della sofferenza, in occasione del suo compleanno, ben 65 anni, vissuti su di una carrozzella, ha voluto donare a tutti i suoi amici e gli amici degli amici e a tutti noi, questa lode di amore verso il Signore.

O Signore,

Ti ringrazio di questa mia famiglia,

che mi insegnò a camminare nelle tue vie.

Ti ringrazio per gli amici,

che mi insegnarono ad essere lieto e

sorridere nella sofferenza,

anche se il cuore piange.

Ti ringrazio o Signore,

di avermi dato questa carrozzina,

per portare il mio sorriso a coloro

che soffrono più di me,

e posso seguirti lungo la via dolorosa

del Calvario,

come il buon Cireneo.

O Gesù,

che io sia consapevole dei dolori,

che hai sofferto sul Calvario,

causa dei miei peccati.

Ti chiedo perdono o Gesù,

se a volte sono triste e sfiduciato,

e che questa mia tristezza la faccio pesare

su chi mi vuole bene.

O Maria,

che sei mamma di tutti noi,

proteggimi sotto il tuo manto,

guidami lungo la via che conduce

dal tuo Gesù,

luce di vita eterna,

Amen!

 

                                                                        Mario

 

 ******************************************************

Preghiera della sofferenza 

Ti ho chiesto, Signore, la forza in vista del successo.

Tu mi hai reso debole perché imparassi ad obbedire.

Ti ho chiesto la salute per fare grandi cose,

ho ricevuto l’infermità per fare cose migliori.

Ti ho chiesto la ricchezza per essere felice,

ho ricevuto la povertà per essere saggio.

Ti ho chiesto il potere per essere apprezzato dagli uomini,

ho ricevuto la debolezza per avere bisogno di te.

Ti ho chiesto l’amicizia per non essere solo,

Tu mi hai dato un cuore per amare tutti i fratelli.

Ti ho chiesto tutte le cose che avrebbero potuto rallegrare la mia vita,

Tu mi hai dato la vita perché mi rallegrassi di tutte le cose.

Non ho avuto nulla di quello che avevo chiesto,

ho avuto tutto quello che avevo sperato.

Quasi mio malgrado, le mie preghiere non formulate sono state esaudite:

sono di tutti gli uomini il più colmato.

GRAZIE SIGNORE!

 

 

Preghiera dei volontari

Benedici, o Signore,

ogni giorno il lavoro che inizia nel tuo nome,

concedici il privilegio di fare un po’ di bene;

benedici le nostre mani,

concedi sulle nostre labbra il conforto per gli afflitti.

Dacci o Signore,

carità affinché possiamo con devoto amore

dedicarci all’assistenza degli ammalati,

riempi il nostro cuore di bontà,

affinché possiamo sentire in noi stessi

i dolori che affliggono i nostri fratelli

e prodigare tutti i nostri sforzi a loro sollievo.

Dacci pazienza senza limiti,

cuore per essere sempre compassionevole e generoso,

e per trovare, anche nei momenti di maggior fatica,

la forza di accorrere ad assistere

il fratello sofferente che ci chiama.

Dacci la purezza di spirito,

perché possiamo essere sereni, umili, tolleranti e sorridenti.

Dacci modestia, discrezione e coraggio.

Gesù, nel malato che si sta per servire

fa che noi vediamo Te.

Che i momenti passati vicino a lui cercando di fargli del bene,

portino per lui e per noi

frutti santi di vita eterna.

  AMEN!

Friday the 19th. Sito e contenuti realizzati dalla AMASIL DI POTENZA. Hostgator coupons - All rights reserved. PRIVACY POLICY